Indice del forum

freegallicano

Libera informazione dei Monti Prenestini e Castelli Romani - News da Gallicano, Zagarolo, Tivoli

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Lombricompostaggio, una soluzione allo smaltimento FORSU?
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Rifiuti
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
freegallicano

Guru
Guru


Admin

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 71
Registrato: 03/03/16 09:57
Messaggi: 16777215
freegallicano is offline 







italy
MessaggioInviato: 05 Mar 2016 11:06:00    Oggetto:  Lombricompostaggio, una soluzione allo smaltimento FORSU?
Descrizione:
Rispondi citando

Per comprendere maggiormente l’importanza di questa tematica ho posto alcune domande ad un esperto del settore: l’allevatore Francesco Agresti che ha avviato un’azienda a Sabaudia.
Sul sito della sua azienda per presentare la sua attività si legge che:
«I lombrichi sono un aratro naturale. Dubito ci siano molti altri animali che abbiano giocato un ruolo così importante nella storia del pianeta come i lombrichi. Rimescolando quei pochi centimetri di terriccio che ricoprono il pianeta, lo fertilizzano trasformandolo in humus»
1- Quali sono i lombrichi consigliati per avviare una lombricocompostiera ? So che ne esistono ben 8300 specie
Le più indicate sono due Eisenia Andrei e Eisenia Fetida, tutte e due le specie resistono a temperature comprese tra 0° e 35° e arrivano alla maturità sessuale tra i 41 ed o 51 giorni.

Sul sito della sua azienda Francesco Agresti scrive che il lombrico ha “cinque cuori; con i suoi sei reni è capace di depurare anche dai metalli pesanti, ha un intestino che trasforma le proteine dei nostri scarti in minerali dando vita al vermicompost, un ammendante naturale ammesso in agricoltura biologica, dalle straordinarie proprietà nutritive. Sono animali ermafroditi, si accoppiano ad intervalli settimanali e vivono circa 18 mesi, in molti testi troviamo informazioni errate, scrivono infatti che la vita di questi animali può essere di molti anni ma a mio avviso queste informazioni non sono corrette. Con tutto quello che fa per noi e per la natura, prima di chiamarlo verme pensateci bene!”.
2) Se volessi iniziare un lombricompostaggio in casa quali sono le prime operazioni da fare?
In prima battuta, procuratevi i vermi. Quando li acquistate fate attenzione perché queste creature si vendono a peso e non a numero. Per avere un ordine di idea, un lombrico adulto pesa circa 0,60 grammi, nel cumulo che arriverà a casa ci sono lombrichi di diverse età, dagli adulti ai piccoli. Vi arriverà una scatola contenente un sacco di stoffa dove all’interno troverete un cumulo di terra, cioè la lettiera che avrà un peso dalle 3 alle 5 volte quello dei nostri animaletti. All’interno di essa poi rovistando e cercando troverete i lombrichi di dimensioni diverse, per i bambini è davvero divertente . Nel pacco poi troverete le istruzioni sul come gestire al situazione.
Se stiamo facendo un compostaggio domestico, da balcone si intende, dovremmo procurarci un contenitore meglio scuro e di legno, la plastica tende ad accumulare troppa umidità, qualunque sia il contenitore se li tenete in casa dovranno essere coperti. Trovato il contenitore poi adageremo il contenuto della scatola arrivata. Provvederemo poi per dare loro cibo.
3) Considerato che i lombrichi sono dei veri spazzini e che mangiano praticamente molti scarti, dalla stoffa agli scarti vegetali, che cosa il lombrico non mangia?
Sempre sul sito della sua azienda Francesco Agresti si legge: “Parlando di alimentazione è d’obbligo fare una premessa smentendo un’errata convinzione che ci portiamo dietro dal XVII secolo: i lombrichi non mangiano le radici delle piante. La loro dieta è composta solo di sostanze organiche in decomposizione. Le uniche radici che mangiano sono solo quelle di piante già morte. Il lombrico può arrivare ad ingerire in un giorno fino a una quantità di scarti organici pari al suo peso”. Evitare inoltre gli agrumi.
Considerato che l’argomento è davvero molto vasto e seriamente un’opportunità per tanti vi rimando al sito di Francesco Gesti
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
dove potrete chiarire molti dubbi in merito.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Adv



MessaggioInviato: 05 Mar 2016 11:06:00    Oggetto: Adv





Torna in cima
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Rifiuti Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





freegallicano topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008